Sistema solare: 2012 VP113 è il nuovo pianeta scoperto

nuovo pianeta 2012 VP113

Il Sistema Solare si arricchisce di un nuovo pianeta. Oltre l’orbita di Plutone c’è un altro corpo, il cui nome è 2012 VP113, un pianeta nano, che orbita attorno al Sole nella traiettoria più distante conosciuta. I confini del nostro sistema solare dunque si allargano.

Il piccolo pianeta percorre un’orbita il cui punto più vicino alla nostra stella è circa 80 UA, pari ad 80 volte la distanza che separa la Terra e il Sole. A scoprirlo due scienziati, Chadwick Trujillo e Scott Sheppard

Questo dimostra che c’è qualcosa che non sappiamo del nostro Sistema Solare ed è importante,” ha commentato Trujillo, astronomo dello Gemini Observatory di Hilo, nelle Hawaii.“Stiamo iniziando ad avere un assaggio di ciò che c’è al di là di quello che noi consideriamo il confine”.

Insieme a Scott Sheppard, astronomo della Carnegie Institution for Science di Washington, Trujillo da tempo era a caccia di nuovi pianeta. L’ultimo di questo tipo, trovato di poco fuori dal sistema solare, era stato ribattezzato Sedna e la sua orbita si trovava nel punto più vicino al Sole a 76 Unità Astronomiche.

Il nome ufficiale dell’oggetto ritrovato è dunque 2012 VP113, ma il team lo ha soprannominato Biden, in onore del vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden, in attesa che una volta completati i calcoli sulla sua orbita, l’Unione Astronomica Internazionale gli affibbierà il nome ufficiale.

screen shot 2014-03-25 at 5.47.43 pm

Il corpo è così lontano che quando Sheppard lo avvistò per la prima volta, era l’oggetto astronomico dal movimento più lento che avesse mai visto. Ciò accade perché più qualcosa è lontano, più sembra muoversi lentamente nel cielo.

I due scienziati hanno osservato per la prima volta il pianeta nel 2012, scattando da allora numerose immagini prima di essere sicuri che si trattasse di un pianeta nano. Per mesi hanno rintracciato l’oggetto, fino a quando la sua completa orbita è diventata più evidente. Ma mentre Sedna può allontanarsi fino a 1.000 UA dal Sole, 2012 VP113 non va oltre circa 452 UA. “Sembra essere più strettamente legato alla forza di gravità del Sole, è una sorta di mistero,” ha detto Sheppard.

sistema1

Se, come scienziati si aspettano, il corpo è fatto principalmente di ghiaccio, la sua gravità gli avrà dato una forma sferica. Queste sue caratteristiche potrebbero qualificarlo come un pianeta nano secondo le regole della IAU aggiornate al 2006.

I puntini rossi, verdi e blu mostrano il movimento del 2012 VP113 su un periodo di diverse ore il 5 novembre 2012.

nuovo pianeta

Secondo i due ricercatori, 2012 VP113 ha origine dalla nube di Oort, la famosa culla delle comete nei pressi del sistema solare.

“Questa è una grande scoperta”, ha detto Michael Brown, astronomo planetario del California Institute of Technology di Pasadena. “Abbiamo cercato per oltre 10 anni oggetti come Sedna. Trovarne un altro riduce le possibilità che Sedna sia stato solo un colpo di fortuna”. Ma gli astronomi dovranno ora spiegare come mai tali oggetti rimangono legati gravitazionalmente al Sole quando orbitano così lontano.

fonte

Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Armando Mema
Ospite

Dov’è venere ???? 😀

udinsite
Ospite

Mistero 😀

wpDiscuz