Messaggio alieno incorporato nel nostro codice genetico?

Siamo soli nell’universo? La risposta potrebbe essere proprio sotto il nostro naso oppure, letteralmente, all’interno di ogni cellula del nostro corpo.

I nostri geni potrebbero avere un “Timbro del produttore”, ingegnosamente progettato all’interno di essi e scritto eoni fa in un altro posto, molto lontano, nella nostra galassia.

Questa “etichetta di fabbrica” sarebbe un marchio indelebile di una civiltà extraterrestre molto evoluta che ci ha preceduti milioni o miliardi di anni fa che, come ultima eredità, ha deciso di ripopolare la Via Lattea a sua immagine e somiglianza.

Vladimir I. Shcherbak della al-Farabi Kazakh National University del Kazakhstan, e Maxim A. Makukov del Fesenkov Astrophysical Institute, ha ipotizzato che un codice intelligente, propriamente incorporato nel nostro DNA, potrebbe diventare un vero e proprio messaggio inspiegabile per il concetto di evoluzione Darwiniana.

Viene chiamato “SETI Biologico” e si sostiene che questo schema potrebbe avere una maggiore chance di scoprire l’esistenza degli E.T. rispetto ad una fugace trasmissione radio aliena.

The journal Icarus, afferma: “Una volta che il codice sarà isolato, potrà rimanere immutato per sempre, infatti, il DNA è il costrutto più resistente mai conosciuto.”

Resized-Z9JAI

“Il DNA rappresenta uno spazio di archiviazione affidabile per una firma intelligente. Per esempio, una volta che il genoma verrà propriamente riscritto, il nuovo codice firmato rimarrà stabile nelle cellule e nella loro progenie, diffondendosi attraverso lo spazio e il tempo”

“Semplici disposizioni del codice rivelano un insieme di modelli matematici e ideografici di un linguaggio simbolico”, ovvero l’utilizzo di una notazione decimale, trasformazioni logiche e l’utilizzo dello 0 come simbolo astratto.

“In sostanza, queste combinazioni appaiono come un prodotto di precisione logica inimmaginabile e informatica altamente complessa…”

Questa interpretazione porta alla conclusione che il codice genetico sia stato inventato al di fuori del sistema solare, diversi miliardi di anni fa.

Resized-V8PBH

Questa dichiarazione abbraccia l’idea della Panspermia, ovvero l’ipotesi che la Terra venne “fertilizzata” dalla vita interstellare.

Può l’idea di una firma aliena nel nostro codice genetico essere più credibile, o dimostrabile della genesi biblica?

Sappiamo così poco sull’origine della vita sulla Terra che sembra pura presunzione identificare la nostra struttura genetica come un risultato della sola evoluzione.

La Panspermia potrebbe benissimo essersi realizzata tra pianeti e lune.

E, anche se il DNA umano venisse considerato frutto di ingegneria genetica da parte di qualche civiltà alieni, allora chi ha progettato il codice di quella stessa civiltà?

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz