Lanciata Gaia, la sonda che mapperà in 3D la Via Lattea

satellite-gaia_305x380«Il collezionista di stelle». È questo il soprannome dato dagli esperti dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) a Gaia, il satellite lanciato oggi nello spazio dallo spazioporto di Kourou, nella Guyana Francese. È un soprannome suggestivo, ma alquanto veritiero: il compito di Gaia è infatti quello di fare un censimento il più preciso possibile delle stelle che compongono la Via Lattea.

Il satellite si posizionerà a circa un milione e mezzo di chilometri dalla Terra e da lì misurerà con precisione la posizione e la velocità delle stelle della nostra galassia. Compreso il Braccio di Perseo e le aree più esterne della Via Lattea. «L’obiettivo è quello di fare precise e dettagliate osservazioni della galassia», ha spiegato Enrico Saggese, presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana. «Dai dati raccolti da Gaia ci aspettiamo risultati di particolare rilievo nel campo dell’astrometria».

In particolare, con questa mappatura in 3D della Via Latteapotrebbe essere più facile esplorare altri campi della fisica e comprendere maggiormente le leggi della gravità e dei pianeti extrasolari. La missione del satellite Gaia, che costerà circa un miliardo di euro, durerà cinque anni. Ci vogliono tempo e pazienza, si sa, per contare le stelle.

Vediamo il video del lancio qui di seguito:

 

fonte

fonte

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz