La Cina si prepara ad atterrare sulla Luna

La Cina si appresta a lanciare la sua prima sonda alla volta della Luna. E, molto probabilmente, ciò accadrà all’inizio del mese prossimo grazie al rover lunare denominato per l’occasione “Jade Rabbit“.

Il nome deriva da un antico mito cinese che racconta di un coniglio bianco che vive sulla Luna come animale da compagnia di Chang’e, la dea lunare che ha ingoiato una pillola dell’immortalità.

Il razzo che trasporterà la sonda, dunque, sarà lanciata all’inizio di dicembre, almeno stando alleindiscrezioni della stampa ufficiale cinese, citando l’Amministrazione statale della Scienza, della Tecnologia e dell’Industria per la Difesa Nazionale.

Tuttavia, non è stata fornita una data specifica. “La Cina ha nominato il suo primo rover lunare ‘Yutu’, o coniglio di giada, a seguito di un sondaggio online“, ha aggiunto Xinhua, l’agenzia di stampa del Sol Levante. Si gioca molto sulla sagoma del coniglio. Tanto che è stato detto come questa sarà visibile sulla superficie lunare, un equivalente al concetto occidentale di “Man in the moon”.

Pechino considera il suo programma spaziale a conduzione militare come un indicatore della sua crescente statura mondiale e della sua progressiva potenza tecnologica. Inoltre, questo potenziale successo rappresenterebbe un vero e proprio successo per il partito comunista al potere, in grado di stravolgere le sorti della nazione povera di una volta.

La Cina ha piani ambiziosi per la creazione di una stazione spaziale permanente entro il 2020. E, infine, progetta di inviare l’uomo sulla Luna. Ad ogni modo la sua tecnologia, attualmente in ritardo rispetto all’esperienza degli Stati Uniti e della Russia, non è ancora pronta per permettere una simile missione.

cina_luna

Il paese ha presentato il modello di un rover lunare color oro, con sei ruote e pannelli solari a forma di ali. Una presentazione che ha attirato le folle di curiosi a Shanghai all’inizio di questo mese, in occasione dell’evento. Il veicolo può salire pendenze fino a 30 gradi e viaggiare fino a 200 metri per ora.

rover_lunare_cinese

Il riferimento a un coniglio lunare nel folklore cinese risale al periodo degli Stati Combattenti, che si concluse nel 221 a.C. Ouyang Ziyuan, responsabile del progetto sul rover lunare, ha riferito che le antiche credenze prendevano origine dai segni lasciati dagli impatti sulla superficie del satellite. “Ci sono parecchie macchie nere sulla superficie della Luna, il nostro antico popolo ha immaginato si trattasse di un palazzo lunare, degli alberi di osmanto e di un coniglio di giada“, ha concluso Ziyuan.

fonte