La Cina sbarca sulla Luna e scatta la prima foto del suolo lunare!

Un perfetto allunaggio in pochi minuti sul Mare Iridium. L’ultimo era stato quello della sonda sovietica nel 1976

E così anche la Cina conquista il suo primo atterraggio sul nostro satellite. La prima missione andata in porto, anzi sulla Luna, è avvenuta per mezzo del Chang’e 3, un veicolo a sei ruote lanciato in orbita per studiare la composizione mineraria delle rocce lunari. Uno degli obiettivi principali del governo cinese è quello di conoscere bene le risorse presenti sul satellite per poi mandare, fra qualche anno, i propri astronauti ad analizzare sul posto tutti i componenti. In particolare ai cinesi potrebbe interessare l’elio-3, un isotopo del gas molto raro sulla Terra, ma qui presente in abbondanza: un aspetto allettante sarebbe quello di poterlo utilizzare come combustibile per la fusione nucleare, per cui la corsa a chi se ne approprierà sembra forte e molto combattuta.

Nel cammino di vorticosa espansione economica che sta vivendo, la Cina vuole farsi posto anche nel mondo delle missioni spaziali, per raggiungere forse un giorno gli stessi livelli di Stati Uniti e Russia. Già prima di questa missione, erano state inviate nello spazio le sonde Chang’e 1 e Chang’e 2, che avevano realizzato mappe ad alta risoluzione della superficie lunare e preparato le procedure per questa terza missione.

Inoltre, già da due anni i cinesi stanno lavorando per la costruzione della loro prima stazione spaziale. Nel 2011 venne lanciato il Tiagong-1, primo modulo della futura base, che potrebbe essere già pronta per il 2020, per poi entro il 2025 mandare in orbita un equipaggio umano per vincere, forse, la nuova sfida per la conquista dello spazio.

Ecco la prima foto scattata del suolo lunare:

1486883_642089045852100_223624251_n

fonte

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz