Il Tricorder medico di Star Trek è già realtà

Lo Scanadu Scout misura diversi parametri vitali in pochi secondi, e si collega allo smartphone per mostrare i risultati all’utente. Il software è lo stesso usato dalla NASA sul rover Curiosity.

Il tricorder medico di Star Trek è finalmente realtà, e si può avere per 150 dollari. Basta partecipare alla campagna di finanziamento pubblico su indiegogo creata da Scanadu, una nuova società nata in seno al NASA Ames Research Center.

L’oggetto si chiama Scanadu Scout, e il primo prototipo risale alla fine dell’anno scorso. Può misurare pressione del sangue, temperatura, EGC, livelli di ossigeno, ritmo cardiaco e respiratorio. Tutto in una scansione (sulla fronte) di appena dieci secondi e con una precisione del 99%.

kid-screens_t

Per leggere e salvare le informazioni basta uno smartphone, che si collega allo Scanadu Scout Tricorder via Bluetooth. Il software di bordo si chiama Micrium, sistema operativo che la NASA impiega sul rover Curiosity per le analisi dei campioni marziani.

Scanadu Scout, con il tempo, può diventare più potente e versatile, grazie ad aggiornamenti software del tutto simili a quelli di un PC o di uno smartphone. Per esempio, se domani dovesse emergere una relazione rilevante tra età, peso, pressione, ritmo cardiaco e zona di residenza basterebbe un aggiornamento per dare agli utenti di tutto il mondo la possibilità di sfruttare la nuova scoperta.

Ogni Tricorder si collega ai server dell’azienda, che creano statistiche pubbliche con i dati. Queste serviranno tanto a raffinare i software di analisi quanto a soddisfare le richieste della autorità USA, in vista di una vendita come prodotto medico. La massa di dati, poi, ha anche un valore di per sé: per esempio potrebbero servire per tracciare il diffondersi di influenze più o meno gravi, in modo simile (ma più preciso) a ciò che fa Google Flu Trends. A proposito di statistiche, Scanadu ci dice anche quali funzioni sono più apprezzate a seconda del paese.

fonte