Antichi reperti rilasciati dal Governo Messicano dimostrano contatti avvenuti con Extraterrestri

Arriva dal Messico la prova definitiva dei contatti avvenuti con Extraterrestri nel passato?

1

Le visite aliene al pianeta terra non potrebbero essere più chiare di così. Il Governo Messicano ne è convinto ed ha finalmente dato l’autorizzazione a rendere pubblica la scoperta sensazionale. Si tratta di una serie di ritrovamenti archeologici, nello specifico di manufatti Maya, che darebbero il colpo di grazia alla storia ufficiale che tutti noi conosciamo. Ma entriamo nel dettaglio: 80 anni fa  un team dell’Istituto Nazionale Anthropoly e Storia (INAH) nel sito archeologico di Calakmul in Messico, ha portato alla luce una serie di pietre con incisioni da far venire i brividi: dischi volanti e creature aliene. La scoperta è stata resa nota dai ricercatori Klaus Dona e Nassim Haramein e al momento è sotto analisi da parte della ricercatrice argentina Bibiana Bryson, la quale preferisce non rilasciare dichiarazioni ufficiali per ora.

3

I reperti sono stati presentati lo scorso anno e saranno oggetto di un primo documentario che sarà prodotto da Raul Julia-Levy e diretto da Juan Carlos Rulfo, vincitore del Sundance Film Festival 2006 dal titolo “Rivelazioni dei Maya 2012 e oltre“, la cui diffusione è stata più volte rinviata.

2

Nell’immagine qui sopra si possono vedere chiaramente quattro UFO, un’astronauta (5) che controlla la sua nave (6). I due cerchi nel centro (1) sono stati interpretati come un pianeta (Terra) con la sua atmosfera, e in basso quel cerchio più piccolo si suppone possa rappresentare la Luna. Cercando ancora di interpretare ciò che rappresenta questa immagine, forse viene mostrata una cometa (3) con un UFO (2), poi a sinistra, un altro dispositivo (4), che sembra agire direttamente sulla cometa.

4

Klaus Dona accompagnato dal dottor Nassim Haramein ha  presentato le  fotografie nel corso di una conferenza presso il Centro Congressi di Saarbrücken in Germania l’11 giugno 2011.

Il  ministro del Turismo messicano, Luis Augusto Garcia Rosado ha affermato: 1) La traduzione del codice descrive contatti avvenuti tra gli alieni e il popolo Maya. 2) tracce di un atterraggio datate 3000 anni fa sono stati trovate nella giungla, dove i reperti sono stati rinvenuti. 3) Abbiamo tra le mani la prova che i Maya furono costretti a fuggire dopo un invasione “di esseri con intenzioni oscure” lasciandosi dietro la prova del contatto con una razza molto avanzata.

5

Nel sito di Calakmul, i lavoratori per INAH (l’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia) hanno scoperto stanze dentro la piramide che non sono mai stati viste o esplorate prima. Raul Julia-Levy, il produttore del documentario che vedremo presto ha dichiarato che è  stato messo a conoscenza delle informazioni segrete Maya dall’ex presidente messicano Vicente Fox – un amico di famiglia – e che ci sono voluti quattro anni di telefonate per ottenere finalmente l’OK dal presidente Felipe Calderon per la realizzazione il film.

6

“Questi ritrovamenti sono importantissimi per l’umanità intera, non solo per il Messico”, ha detto Julia-Levy. “Questa informazione è stata protetta per 80 anni e ora è importante che la gente comprenda la serie di eventi che stanno per giungere e le conseguenze per tutti noi.”